Satodà

Satodà è nel cuore della Barbagia, a Mamoiada in provincia di Nuoro, un territorio di antiche tradizioni, culturali, artigianali ed artistiche. Un patrimonio artigianale che trae origini da umili materiali quali legno, vetro, terracotta, giunco, orbaccio, lana Sarda, cuoio, materiali che sapientemente lavorati da abili artigiani, si trasformano in oggetti di grande valore artistico ed estetico.

 

 

„Un uomo che lavora con le sue mani è un operaio; un uomo che lavora con le sue mani e il suo cervello è un artigiano; ma un uomo che lavora con le sue mani, il suo cervello e il suo cuore è un artista.“

 

San Francesco d'Assisi

Sandro Cadinu

Nata nel 1997 Satodà è un’esperienza nata quasi per gioco, ma, con la passione e la perseveranza è diventata l’attività principale del suo creatore: Sandro Cadinu.

Satodà realizza complementi d’arredo di alta qualità con legno, vetro, cuoio e resina, trasformando questi materiali in oggetti di valore e grande design, oggetti artistici e souvenir ispirati alla cultura e alla tradizione sarda. Ogni singolo pezzo viene interamente prodotto e decorato a mano, eventuali piccole imperfezioni e differenze fra prodotti, ne attestano la lavorazione artigianale. Per realizzare i prodotti vengono utilizzati materiali di prima qualità.

Tradizione, passione, valori

Partendo dall’amore per l’artigianato e per la propria famiglia (non a caso “Satodà” è l’acronimo del suo nome con quello della moglie e del figlio), da oltre quindici anni Sandro realizza totalmente a mano pezzi da lui stesso progettati e disegnati.

Le creazioni di Satodà non si limitano ad una rivisitazione dello stile tipico sardo, nascondendo al loro interno anche un certo studio dal punto di vista strutturale e logistico, col quale l’artigiano Sandro Cadinu si ripropone di ottenere dei pezzi che non siano solo belli alla vista.